← Torna al blog

Come assegniamo le priorità in Sticker Mule.

Pubblicato da Anthony Constantino

Come assegniamo le priorità in Sticker Mule

Le organizzazioni sono la somma delle loro decisioni. Quelle che assegnano correttamente le priorità hanno successo, quelle che non lo fanno sono destinate a fallire. In Sticker Mule, l'assegnazione delle priorità è la cosa più importante che facciamo. La nostra crescita aumenta nella misura in cui siamo maggiormente in grado di farlo. Ma c'è sempre spazio per migliorare.

Che cosa non è l'assegnazione delle priorità

La maggior parte della letteratura sull'argomento è terribile. Ti porta a credere che l'assegnazione delle priorità riguarda la gestione del tempo o l'utilizzo di liste di cose da fare. Questa modalità di pensiero trascura il fatto che le priorità determinano il successo o il fallimento delle aziende.

Considera che Amazon ha iniziato come libreria nel 1994 ed è cresciuta fino a 147 milioni di dollari in 3 anni. Oggi dà lavoro a 500.000 persone che gestiscono 200 miliardi di dollari di entrate. Ha scelto i progetti giusti ed è cresciuta a un ritmo straordinario.

Altri retailer avevano priorità diverse e sono falliti o sono diventati molto più piccoli. Walmart avrebbe potuto essere Amazon, ma non ha dato priorità a Internet e ora vale la metà.

Che cos'è l'assegnazione delle priorità

L'assegnazione delle priorità è la scelta delle attività giuste per massimizzare l'impatto. Significa trovare attività ad alto impatto ed evitare quelle a basso impatto. Di solito le attività di maggiore impatto sono sfuggenti. Non sappiamo quali sono i progetti di maggiore impatto che potremmo perseguire in questo momento.

Assegnare le priorità può sembrare stressante, ma non lo è. La maggior parte dei compiti non ci riguarderanno. Di conseguenza, non dovremmo sentirci stressati per le cose da fare che abbiamo in arretrato. Dobbiamo mantenere la mente libera di perseguire idee ad alto impatto quando si presentano, trascurando quelle a basso impatto.

Categorie per l'assegnazione di priorità

È improduttivo classificare con precisione ogni compito, ma è utile classificarli mentalmente in modo approssimativo. La capacità di assegnare priorità migliora con la pratica ed esserne consapevoli ci aiuta a migliorare.

Crescita contro costi

In genere, è meglio usare il nostro tempo per creare dei redditi che per ridurre i costi. Il tempo è una risorsa finita, il contante no.

Altro impatto contro basso impatto

Un impatto alto è meglio, ma completare molte attività a basso impatto può rivelarsi utile se le si esegue rapidamente.

Duraturo e temporaneo

Le attività che forniscono valore duraturo sono preferibili a quelle che forniscono valore temporaneo.

Sicuro e potenziale

È meglio perseguire miglioramenti con benefici sicuri anziché con benefici potenziali.

Risultati a breve e a lungo termine

Le vittorie rapide sono preferibili, ma puoi costruire un vantaggio competitivo perseguendo idee che producono risultati a lungo termine, poiché altri tendono a trascurarle.

Attività collegate contro attività non collegate

A volte, le attività tra loro collegate vengono completate in modo più efficiente quando sono raggruppate assieme. Per questo motivo, facciamo spesso attività a basso impatto che si abbinano bene a quelle ad alto impatto.

Tempo stimato

A parità di condizioni, sono preferibili le attività che possono essere completate velocemente.

Domande

Poniti periodicamente queste domande per migliorare la tua capacità di stabilire delle priorità:

  1. Qual è la cosa con il maggior impatto a cui puoi lavorare?
  2. Hai identificato correttamente i problemi che stai affrontando?
  3. Sai qual è il problema più importante da risolvere dopo?
  4. Puoi sostituire le attività pianificate con attività migliori?
  5. Puoi eliminare completamente le attività con un impatto particolarmente basso?

Conclusione

Miriamo a incorporare nella nostra cultura l'attenzione per l'assegnazione delle priorità. Se hai un approccio simile e vuoi far parte del nostro team internazionale, stiamo assumendo.

← Torna al blog

Ti piace questo post? Sottoscrivi via Twitter o RSS.