← Torna al blog

Tutto quello che devi sapere sul design del packaging

Pubblicato da Sticker Mule

Il design del packaging è una forma d'arte, una delle principali nel mondo moderno. Ogni volta che passi davanti a un negozio, prepari del cibo o compri un prodotto, sei di fronte ad un packaging personalizzato che qualcuno ha accuratamente progettato considerando diverse prospettive.

È un'abilità solo apparentemente semplice. Un buon design di packaging:

  • Funziona partendo da una formula familiare: ad esempio, le persone si aspettano che scatole da scarpe, per il dentifricio o per compresse si adattino a una determinata formula
  • Serve una finalità pratica: massimizza lo spazio rimanendo bello e mantenendo l'integrità del prodotto all'interno (che si tratti di latte o di M&M)

Il design del packaging può essere applicato in grande scala (come le scatole da scarpe di cui sopra) o a livello individuale, come nel caso di un regalo personalizzato.

Prima di addentrarci nel design, vediamo gli obiettivi del packaging in dettaglio. Il tuo cartone di latte non serve solo a contenere del liquido...

Qual è lo scopo del packaging?

L'idea comunemente accettata quando si parla di packaging è che abbia specifiche funzioni e che ricada sotto 4 tipi.

Le 7 funzioni del packaging

  1. Deve attirare l'attenzione dei compratori: li fa fermare per guardarlo?
  2. Deve proteggere i beni all'interno: nessuno vuole del pane raffermo o delle macchine rotte
  3. Il packaging deve essere facile da aprire e usare
  4. Informazioni importanti e descrizioni del contenuto devono essere ben visibili
  5. I benefici del prodotto all'interno dovrebbero essere spiegati
  6. Informazioni come le garanzie, gli avvisi e le informazioni per i consumatori dovrebbero essere incluse: fasce di età per i giocattoli, avvisi su possibili sostanze velenose, scadenze, tipo di alimentazione e così via
  7. Deve fornire informazioni relative al valore, al prezzo e all'utilizzo del prodotto

4 tipi di packaging

Prodotti differenti richiedono packaging differenti. Ecco una lista:

1. Packaging anti-corrosivo

Protegge il contenuto con strati ulteriori di buste, involucri pluriball e perfino olii e carta. Lo si usa per metalli che devono percorrere lunghe distanze o prodotti che attraversano diverse zone climatiche.

2. Packaging in plastica

Viene utilizzato per articoli che hanno bisogno di protezione dall'aria, dalla polvere e dall'acqua (tra gli altri), ma che sono durevoli. Pensa a piccoli componenti (cuffie), giocattoli, batterie e così via.

3. Packaging di prodotti farmaceutici

Viene a volte chiamato anche "packaging di farmaci". Argomento delicato, è una disciplina a sé in quanto riguarda sostanze di valore, delicate e deperibili quali strumenti chirurgici, dosaggi (liquidi e solidi) e a volte perfino sangue.

4. Packaging flessibile

Come puoi immaginare, questo tipo di packaging è capace di cambiare forma senza compromettere il contenuto.

Le 3 P del packaging

Alcuni di questi criteri sono già stati delineati sopra, ma è sempre utile ricordare la formula delle 3 P per sottolineare gli aspetti più importanti. Il packaging deve:

1. Proteggere Ogni pacco deve proteggere il prodotto durante il suo viaggio. La protezione dovrebbe sopravvivere al viaggio dalla produzione (che avvenga in una cucina dietro l'angolo o in una fabbrica in un altro continente) fino a quando viene rimossa dal cliente.

2. Preservare La confezione deve conservare la freschezza del prodotto e la sua funzione d'uso per tutto il tempo stabilito. Naturalmente, questo è particolarmente importante quando si tratta di cibo e medicinali. Ma si applica anche a prodotti meno deperibili come i vestiti.

3. Promuovere La confezione dovrebbe risultare esteticamente attraente e distintiva. Dovrebbe anche contenere (come abbiamo visto) ogni informazione rilevante.

Livelli di packaging

Il packaging viene usato a vari livelli della filiera, dalle scatole dal grossista alle unità messe in bella mostra sullo scaffale (per fare un esempio).

Questi livelli sono categorizzati a seconda dei punti di contatto. In altre parole, più è probabile che sia il cliente stesso ad aprire un pacchetto, più è probabile che sia "primario". Ecco come funziona:

Cos'è il packaging primario?

Viene definito come packaging "del consumatore" o "del dettaglio". È quello in cui il consumatore aprirebbe spontaneamente il pacco, che sia una scatola sullo scaffale di un negozio o l'involucro di plastica attorno a una maglietta. Le nostre buste in polietilene sono buoni esempi di packaging primario via posta che funzionano come forti buste in plastica e sono usate per beni morbidi.

Cos'è il packaging secondario?

Il packaging secondario potrebbe essere una scatola per altre scatole, come un confezione da 24 di birra. Ma si applica anche al packaging degli ordini postali, come le scatole con cui vengono spediti i tuoi beni. Il packaging secondario include anche gli accessori, come il nastro.

Cos'è il packaging terziario?

Il packaging terziario non viene in genere visto dal consumatore. È il pacco più grande per contenere beni multipli, portandoli, ad esempio, da una fabbrica a un negozio o magazzino.

Caratteristiche di un buon packaging

Cosa fa di un packaging un buon packaging? Tutte le confezioni fatte bene hanno queste caratteristiche in comune...

1. Sono attraenti

Non solo questo, ma il loro aspetto è coerente col prodotto. Potrà essere elegante, bizzarro, affidabile, e così via.

2. Una buona confezione è pratica

Non sono più grandi del necessario, sfruttano bene lo spazio, sono facili da trasportare, aprire e (se serve) richiudere. Se occorre inserire maniglie o scanalature, deve essere possibile farlo.

3. Un buon pacco è economicamente vantaggioso

Ricorda che se un prodotto ha successo verrà spedito e venduto in grandi quantità. E i risparmi crescono con l'aumentare della quantità. La tua prima confezione deve quindi essere economica.

4. I pacchi raccontano storie

I consumatori dovrebbero essere in grado di capire a cosa serve un prodotto a prima vista, perché vale la pena comprarlo e ogni altra informazione pertinente (date di scadenza, ad esempio). Anche le foto raccontano una storia. Una foto di pomodori maturi non sarà mai Orgoglio e Pregiudizio, ma è pur sempre importante se la storia da raccontare è quella di una bottiglia di ketchup!

5. Un buon packaging è distintivo

Qui c'è una linea di confine da rispettare: il packaging ideale è distintivo, ma mai così tanto da sacrificare le informazioni e le aspettative del consumatore.

6. Mantengono il prodotto sicuro Già detto, ma lo ricordiamo per la sua importanza: il pacco è l'ultima linea di difesa tra un prodotto e il mondo!

Come il packaging differisce dal marchio e dall'etichettatura

I termini packaging, marchio e etichettatura sono spesso considerati intercambiabili, usati scorrettamente o perfino combinati, per cui chiariamo la distinzione.

Packaging e etichettatura

Il packaging non è che il contenitore dove metti il prodotto (che sia un pacco di formaggio o un cellulare). L'etichettatura è l'informazione sul pacco. Non è limitata alle etichette o alle linguette. In questo contesto, "l'etichettatura" include tutte le informazioni sulla confezione, anche se queste sono stampate direttamente su una bottiglia.

Packaging e marchio

Il marchio è un concetto più generale e indica la connessione emozionale che si crea coi tuoi clienti. Può essere sentimentale, un senso di gioia, lusso, valore, e così via. Lo si può esprimere in molti modi, incluso ovviamente anche l'aspetto della confezione.

Perché il packaging è importante?

Pensa all'ultima cosa che hai comprato che ti ha emozionato. Anche se la merendina / il vestito/ il telefono erano di per sé eccitanti, anche il packaging è una parte importante della storia.

Non è sorprendente (almeno per noi) che i video dove si scartano i prodotti siano così popolari su YouTube. Come YouTube ha affermato di recente: "Il tempo passato dalle persone a guardare questo tipo di video sul cellulare sarebbe sufficiente a guardare il classico natalizio Love Actually più di 20 milioni di volte". Scartare è un momento magico, è anticipazione.

Il packaging viene chiamato "il venditore silenzioso"

Come il migliore dei venditori, il packaging vende alle persone senza che se ne accorgano.

Tradizionalmente, questo si applica ad articoli visti nelle vetrine e sugli scaffali, ma il principio funziona anche per lo shopping online. Se un prodotto è confezionato con gusto e originalità, è bello riceverlo. E questo naturalmente può spingere il compratore ad acquistare di nuovo.

Forse non hai pensato all'estetica del prodotto così attentamente, ma con molta probabilità i tuoi concorrenti sì.

Come il packaging aggiunge valore monetario al tuo prodotto

A questo punto ti sarai reso conto che la confezione è qualcosa di più di un semplice contenitore. Ma come può aggiungere valore?

Il prezzo è basato (anche) sulla percezione e la confezione aiuta a comunicare il valore del contenuto. I libri sono giudicati dalle loro copertine, le tazzine di caffè cambiano con le stagioni, e il packaging spesso rappresenta la filosofia di design del prodotto (Apple ne è un classico esempio con le sue scatole eleganti e minimaliste che non fanno altro che riprodurre le caratteristiche dei prodotti all'interno).

Come il packaging attrae i consumatori con il suo codice

C'è un linguaggio del packaging che tutti noi parliamo fluentemente, anche se non in modo conscio. E i bravi designer di packaging sanno usare questo linguaggio per comunicare coi consumatori.

Colore

Sappiamo quali colori rappresentano i vari tipi di prodotti; i cereali per bambini hanno dei colori primari luminosi; i cibi venduti come organici hanno sfumature autunnali come il marrone e l'arancio; i detergenti vanno verso il verde e il blu (colori che richiamano l'acqua).

I prodotti tecnologici tendono al nero, al bianco e hanno punte di blu e grigio metallico.

Riconoscimento del marchio

Un logo dice mille parole, al punto che molte marche preferiscono le immagini ai testi; la falcata di Nike, la foglia di Adidas o la mela di Apple.

Questa capacità del logo di parlare ai consumatori non si è ovviamente formata in una notte, ma è un esempio di come un simbolo potente possa diventare un vero e proprio patrimonio per un'azienda. E il packaging funziona come innumerevoli mini-cartelloni pubblicitari.

Il packaging con il marchio

Un'evoluzione recente è quella di rendere la forma e le dimensioni del packaging un sinonimo del brand. La lattina di Red Bull è un buon esempio, ma puoi ritrovare la stessa tecnica praticamente ovunque, specialmente nei profumi di lusso; le bottiglie di profumo Gautier hanno la stessa forma della mascotte del marinaio del marchio.

Comunicare con i materiali

È possibile trasmettere un messaggio con la consistenza e i materiali del pacco: scatole robuste e resistenti suggeriscono qualcosa di valore e di speciale; i pacchi riciclati trasmettono un messaggio differente, alludendo a una società scrupolosa e attenta all'ambiente.

Come posso progettare il packaging dei miei prodotti?

1. Inizia col tuo logo e colore

Se il tuo logo è, ad esempio, rosa con sfondo grigio, parti da questi colori.

2. Cerca ispirazione

Le buone idee sono ovunque, anche sul nostro sito. Siamo fieri del nostro lavoro con i prodotti Etsy. La nostra guida al packaging Etsy si occupa di tutto, dai materiali, al nastro adesivo e oltre.

3. Vai al tuo negozio di zona!

Prendi un blocco note e vai al tuo negozio preferito per vedere come sono confezionati i prodotti che ami. Fai foto, prendi specificatamente nota di cosa ti piace della loro forma, design, dimensione, colori, messaggio e materiali.

Come puoi rendere il tuo packaging ecologico?

Questo aspetto solleva preoccupazioni crescenti sia per i consumatori che per le aziende. Ecco i passi fondamentali:

Packaging biodegradabile

Puoi usare materiali che sono biodegradabili, e che possono essere messi nei rifiuti compostabili, alimentando la terra. Naturalmente, questo significa niente plastica!

Riciclati

Andando oltre, puoi avvolgere i tuoi prodotti in materiali completamente riciclati. La carta è il materiale di riciclo più conosciuto, ma la plastica riciclata si sta affermando nell'uso e sta acquisendo popolarità.

Riciclabili

Un'altra opzione che sta crescendo in popolarità. Usare materiali facilmente riciclabili per il packaging può fare la differenza.

Comunicazione

Un aspetto che sta diventando sempre più importante: molti consumatori non sanno cosa è riciclabile e cosa no, per cui mettere delle chiare indicazioni sul packaging è una buona idea.

Come puoi far risaltare il design del tuo packaging ?

Creare un packaging unico può essere difficile, soprattutto in un mercato affollato, ma se hai una mente aperta e un po' di immaginazione ce la puoi fare. E ci sono delle risorse per aiutarti a far risaltare il tuo design. Per esempio:

1. Usa degli inserti

Gli inserti sono una buona idea - un poco di extra nella confezione può renderla memorabile. Può essere un biglietto, una nota o qualcos'altro. Per ulteriori informazioni, leggi la nostra guida sugli inserti.

2. Prendi in considerazione i nastri per pacchi personalizzati

Un fatto divertente: puoi personalizzare il tuo nastro per pacchi, donando personalità e unicità ad un articolo che sarebbe altrimenti piatto e funzionale. Abbiamo una guida apposita, più alcune idee creative per i nastri personalizzati.

3. Usa un packaging stampato

Una stampa del marchio sulla confezione trasmette una sensazione retro, che ispira affetto e che può essere unica della tua attività. È solamente uno dei tanti consigli che trovi nella nostra guida per far risaltare una confezione.

Sticker Mule - l'intero pacchetto

Sticker Mule è leader sul mercato degli adesivi personalizzati, del packaging e di tutto quello che metti in un contenitore. Scopri la nostra offerta di adesivi personalizzati o contattaci per dei campioni personalizzati.

← Torna al blog

Ti piace questo post? Sottoscrivi via Twitter o RSS.